L’azienda Orti di Schito nasce da un progetto condiviso di Salvatore Di Ruocco e Pasquale Pane per dare continuità al lavoro di tutta la vita dei propri genitori, specializzati nella coltivazione del Carciofo Violetto di Schito e del fagiolo Canario.

L’azienda lavora seguendo i principi della lotta biologica, al fine di garantire sempre più un prodotto esente da fitofarmaci aggressivi.

Si prefigge di divenire nell’immediato futuro uno dei fiori all’occhiello di quella zona che i romani chiamavano “Terra Felix”.

Si è specializzata soprattutto nella coltivazione del Carciofo Violetto di Schito.

Orti di Schito ha lasciato sviluppare il suo progetto fondato su un rapporto di simbiosi con la terra-madre: infatti non vengono adottate colture intensive, gli ortaggi e i legumi non subiscono alcuno stress durante la delicata fase della crescita e della maturazione, e la raccolta avviene solo in condizioni ottimali.

Nei campi di proprietà, che abbracciano anche microclimi peculiari, del resto, Salvatore e Pasquale, in assoluta sintonia con la Natura, hanno creato dei veri e propri ecosistemi, tutelando in pieno la straordinaria biodiversità delle aree coltivate con i fagioli, carciofi, peperoni, melanzane, pomodori, e tutto quello che madre natura può concedere.

Dal 2015 Orti di Schito partecipa al Mercato della Terra di Slow Food, che si tiene la 2° Domenica di ogni mese, nella Città di Piano di Sorrento, accettando di collaborare  con gli Agronomi Volontari dell’associazione Slow food Costiera Sorrentina e Capri, rispettando la filosofia e le linee guida dei Mercati della Terra.

 

 

Il Black Friday 2018 sta per arrivare! Segnati in agenda il giorno venerdì 23 novembre 2018. Mancano {countdown}