Mese di marzo: semina raccolto e lavori nell’orto

Il mese di marzo è una festa per l’orto. Con l’avvicinarsi della primavera è giunto il momento di dedicarsi alla semina degli ortaggi che si vorranno raccogliere nei mesi successivi, fino all’estate. Chi non ha mai coltivato un orto può cogliere l’occasione per iniziare, ora che il timore delle gelate potrà finalmente essere accantonato. Sono sufficienti pochi semi da interrare in un vaso per dare il via ad una vere a propria passione.

I vostri primi sforzi saranno ripagati nell’arco di poche settimane.

Cosa seminare a marzo

Con l’arrivo del primo tepore primaverile, anche nelle regioni italiane dal clima meno mite è possibile iniziare la semina degli ortaggi che potranno essere raccolti tra la tarda primavera e l’estate, come zucchine, pomodori, melanzane, piselli e peperoni. Chi ha lo spazio adatto a disposizione e vive nelle regioni più calde, potrà provare a cimentarsi nella semina di angurie e di meloni. Carote, ravanelli, rucola, lattuga e patate sono tra gli ortaggi che possono essere seminati tutto l’anno dove il clima è clemente. Non dimenticate di seminare il basilico, così da poter raccoglierne le foglie per preparare pesto gratis fino a settembre o ottobre.

A marzo è possibile seminare:

  • Aglio
  • Angurie
  • Asparagi
  • Barbabietole
  • Basilico
  • Bieta
  • Carote
  • Cavoli
  • Cetrioli
  • Cime di rapa
  • Cipolle
  • Fave
  • Finocchi
  • Indivia
  • Lattuga
  • Melanzane
  • Meloni
  • Patate
  • Peperoni
  • Piselli
  • Pomodori
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Radicchio
  • Rucola
  • Sedano
  • Topinambur
  • Zucchine

Consigli per la semina

Se temete che nelle prime settimane di marzo il freddo possa rovinare i giovani germogli o se preferite organizzarvi in modo da trasferire nei vasi o in piena terra soltanto le piantine che appaiono più resistenti, il consiglio principale consiste nell’utilizzare dei semenzai, anche fai da te, realizzati con contenitori per alimenti di recupero, in modo da riporre i germogli al riparo da eventuali intemperie e da poter effettuare una scrematura delle piantine prima del trapianto.

Il raccolto del mese di marzo

Nel mese di marzo è possibile raccogliere le ultime zucche ed alcuni ortaggi tipici della stagione invernale, come i cavolfiori. Sarà inoltre possibile raccogliere lattuga, prezzemolo, rape, rucola, spinaci, verze ed erbe aromatiche da essiccare. Nel mese di marzo, come lungo tutto il corso dell’anno, è possibile dedicarsi alla coltivazione casalinga ed alla raccolta dei germogli, partendo da chicchi, semi o legumi secchi, tra cui troviamo ceci, fieno greco, semi di lino, erba medica, orzo, senape, lenticchie, miglio e amaranto.

A marzo è possibile raccogliere:

  • Aglio
  • Barbabietola
  • Broccolo
  • Carciofi
  • Carote
  • Cicoria
  • Cime di rapa
  • Cavolfiori
  • Cavolini di Bruxelles
  • Cavolo verza
  • Cime di rapa
  • Cipolla
  • Finocchi
  • Indivia
  • Lattuga
  • Lattughino da taglio
  • Patate
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Rape
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Rosmarino
  • Scarola
  • Scorzabianca
  • Scorzanera
  • Sedano
  • Spinaci
  • Tarassaco
  • Valeriana
  • Verza
  • Zucca

Orto sul balcone a marzo

Nel mese di marzo, a seconda di quanto seminato in precedenza, potrete ancora avere la fortuna di raccogliere dai vostri vasi lattuga, rucola, rosmarino, prezzemolo, lattughino da taglio, salvia, e altre erbe aromatiche sempreverdi. È il momento di preparare i vasi per la semina delle nuove piantine. Tra le più adatte da seminare in vaso nel mese di marzo troviamo ravanelli, carote, basilico, zucchine, pomodorini, fagioli e fagiolini, ma anche melanzane rotonde di piccola taglia, piccoli peperoni e peperoncini, cetrioli, patate e topinambur.

 

 

fonte: https://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/9828-marzo-lavori-nell-orto

Lascia un commento